HOME STORIA PERCHÈ NOI VIAGGI ISLANDA GROENLANDIA GALLERY GUESTBOOK NEWSLETTER CONTATTI

EskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotime



 Le soleggiate notti d'Islanda 13 giorni dal 2 al 14 luglio 



 Il giro del mondo in 13 giorni 16 - 28 luglio 



 Il giro del mondo in 13 giorni 11-23 Agosto 



 Il giro del mondo con estensione 15 giorni dal 1-15 Agosto 



 Self drive con guida 



 Self drive con noleggio 



 Inverno islandese e super 4x4 sulle note dell'aurora boreale 



Itinerari Self drive 10 giorni

Attenzione tutti i self drive sono confezionati solo e sempre su misura, in base alle richieste del cliente:

1) L' Itinerario sarà disegnato tenendo conto delle capacità di guida in fuoristrada del cliente e della percorribilità delle piste 4x4 in base al periodo scelto

2) il tipo di sistemazioni scelte, camere con servizi privati, o condivisi, cottage, fattorie dove è possibile cucinare autonomamente…ecc

3) gli itinerari sotto descritti sono di 8gg; 10gg; 13gg e sono da considerarsi di massima per fornire un’idea di costi, lasciando al cliente la possibilità di deciderne l’effettiva durata

Il nostro valore aggiunto è’ proprio la totale personalizzazione del prodotto grazie alla quindicennale esperienza sul campo, e sta al cliente sfruttarla al meglio…il nostro consiglio a riguardo è dare priorità all’itinerario piuttosto che alle sistemazioni… alla fine del viaggio ricorderete sicuramente un sito speciale e non certamente “l’albergo con il bagno piccolo”

Itinerario A

L'itinerario classico che segue la Ring Road N1 e che prevede tra le altre cose il famoso Circolo d’oro, l’esplorazione della costa sud con le sue cascate, ghiacciai e lagune glaciali, del parco Nazionale di Skaftafell, dei fiordi orientali, dell’area geotermica di Myvatn, di Akureyri la capitale del nord, è arricchito dalla visita della penisola dello Snaefellsnes, dominata dal ghiaccio omonimo e della penisola di Reykjanens con le sue aree geotermiche.

Giorno 1
Volo dall’Italia. Trasferimento e pernottamento a Reykjavik.

Giorno 2
Dopo aver ritirato l’auto noleggiata, si lascia Reykjavik alla volta del famoso “Circolo d’Oro”: il parco nazionale di Thingvellir, sede del primo parlamento islandese, e luogo in cui è ben visibile la spaccatura tra la placca europea e quella nord-americana che qui si incontrano; l’interessante area geotermica di Geysir con il famoso geyser di Strokkur, tra i più attivi ed alti dell’intero pianeta, e coloratissime pozze di acqua bollente; la mitica cascata di Gullfoss che si tuffa nel vertiginoso canyon formato dal fiume Hvità.

Giorno 3
Si prosegue lungo la costa sud con varie soste tra cui la cascata di Seljalandfoss, e quella di Skogafoss, spesso incorniciata da splendidi arcobaleni, l’arco di roccia naturale di Dyrholàey, il piccolo paesino di Vik con i suoi faraglioni, le sterminate spiagge vulcaniche di sabbia nera alternate a coste a picco sul mare, dominate dai tipici ghiacciaio–vulcani islandesi tra cui l’Eyjafjallajökull, il vulcano della famosa eruzione del 2010 . 

Giorno 4
Si prosegue alla volta del parco nazionale di Skaftafell e della splendida cascata Svartifoss che scorre su nere colonne di basalto, per arrivare al cospetto del Vatnajökull, il più grande ghiacciaio europeo e della più famosa delle sue lagune glaciali, la Jökullsarlon, costellata di iceberg dalle più diverse fogge e dimensioni (opzionale navigazione sulla laguna con mezzo anfibio).

Giorno 5
Dopo una breve visita al paesino di Höfn, si attraversa una zona di lagune dove nidificano migliaia di cigni e si raggiunge la regione dei fiordi dell’Est, tra le più antiche d’Islanda, caratterizzata da montagne ricche di minerali, che si specchiano nel placido mare che si insinua tra i fiordi, e da piccoli paesini di pescatori. Si raggiunge infine Egillstadir.

Giorno 6
Si raggiungerà a nord, l’interessante area geotermica di Myvatn, nota per le numerose e differenti formazioni di origine vulcanica quali pseudocrateri, i pilastri lavici di Dimmumborgir, il cratere di Hverfell, la spettrale Krafla dagli sterminati campi di lava, grotte con pozze di acqua calda.
Visita di Akureyri, bella capitale del nord, adagiata lungo il profondo fiordo di Eyjafjördur.

Giorno 7
Procedendo verso ovest, si avrà modo di visitare il museo di Glaumbaer, antica fattoria dal tetto in torba, che conserva testimonianze di usi e costumi islandesi nei tempi antichi. La giornata prevede inoltre l’esplorazione della penisola dello Snaefellssnes, dominata dal ghiacciaio omonimo circondato quasi completamente dal mare, e che offrirà entusiasmanti vedute su migliaia di piccole isole, coste rocciose ed immense distese di sabbia e caratteristiche formazioni di basalto colonnare. Sosta al grazioso paese di Stikkyshòlmur.

Giorno 8
Completata la visita della penisola dello Snaefellsnes si procederà alla volta della capitale Si avrà modo di apprezzare le belle ed originali cascate di Barnarfoss e di Hraunfossar ed infine, il bel fiordo delle balene (Hvalfjördur) che riporterà in breve a Reykjavik.

Giorno 9
La giornata odierna è dedicata alla visita della penisola di Reykjanens, dove oltre al bel lago di Kleifarvatn ed all’area geotermica di Krisuvik, si potranno apprezzare piccoli villaggi di pescatori ed il faro più antico d’Islanda. Sarà possibile inoltre regalarsi un rilassante bagno nelle acque termali della Laguna Blu. Rilascio dell’auto e pernottamento a Reykjavik

Giorno 10
Trasferimento libero all’aeroporto di Keflavik, e volo per l’Italia

 

Itinerario B

L'itinerario classico che segue la Ring Road N1 e che prevede tra le altre cose la visita del Circolo d’oro, della costa sud con le sue cascate e ghiacciai, del parco Nazionale di Skaftafell, dei fiordi orientali, dell’area geotermica di Myvatn, di Akureyri la capitale del nord, è arricchito dall'esplorazione della penisola dello Snaefellsnes, dominata dal ghiaccio omonimo e delle verdeggianti Isole Westman, luogo di nidificazione delle famose pulcinelle di mare.

Giorno 1
Volo dall’Italia. Trasferimento e pernottamento a Reykjavik.

Giorno 2
Dopo aver ritirato l’auto noleggiata, si lascia Reykjavik alla volta del famoso “Circolo d’Oro”: il parco nazionale di Thingvellir, sede del primo parlamento islandese, e luogo in cui è ben visibile la spaccatura tra la placca europea e quella nord-americana che qui si incontrano; l’interessante area geotermica di Geysir con il famoso geyser di Strokkur, tra i più attivi ed alti dell’intero pianeta, e coloratissime pozze di acqua bollente; la mitica cascata di Gullfoss che si tuffa nel vertiginoso canyon formato dal fiume Hvità.

Giorno 3
La giornata sarà dedicata alla visita delle Isole Westman, piccole isole di origine vulcanica. Dopo una breve navigazione si raggiungerà Heymaey, l’unica abitata, dominata da 2 vulcani risultato di una eruzione avvenuta nel 1973 e caratterizzata da verdeggianti scogliere a picco sul mare sulle quali nidificano le pulcinelle di mare e da dove è possibile godere di un magnifico panorama sui ghiacciai islandesi.

Giorno 4
Si prosegue lungo la costa sud con varie soste tra cui la cascata di Seljalandfoss, e quella di Skògafoss, spesso incorniciata da splendidi arcobaleni, l’arco di roccia naturale di Dyrhòlaey, il piccolo paesino di Vik con i suoi faraglioni, le sterminate spiagge vulcaniche di sabbia nera alternate a coste a picco sul mare, dominate dai tipici ghiacciaio–vulcani islandesi tra cui l’Eyjafjallajökull, il vulcano della famosa eruzione del 2010. 

Giorno 5
Si prosegue alla volta del parco nazionale di Skaftafell e della splendida cascata Svartifoss che scorre su nere colonne di basalto, per arrivare al cospetto del Vatnajökull, il più grande ghiacciaio europeo e della più famosa delle sue lagune glaciali, la Jökullsarlon, costellata di iceberg dalle più diverse fogge e dimensioni. (opzionale navigazione sulla laguna con mezzo anfibio).

Giorno 6
Dopo una breve visita al paesino di Höfn, si attraversa una zona di lagune dove nidificano migliaia di cigni e si raggiunge la regione dei fiordi orientali, tra le più antiche d’Islanda, caratterizzata da montagne ricche di minerali, che si specchiano nel placido mare che si insinua tra i fiordi, e da piccoli paesini di pescatori. Si raggiunge infine Egillstadir.

Giorno 7
Si raggiungerà a nord, l’interessante area geotermica di Myvatn, nota per le numerose e differenti formazioni di origine vulcanica quali pseudocrateri, i pilastri lavici di Dimmumborgir, il cratere di Hverfell, la spettrale Krafla dagli sterminati campi di lava, grotte con pozze di acqua calda.
Visita di Akureyri, bella capitale del nord, adagiata lungo il profondo fiordo di Eyjafjördur.

Giorno 8
Procedendo verso ovest, si avrà modo di visitare il museo di Glaumbaer, antica fattoria dal tetto in torba, che conserva testimonianze di usi e costumi islandesi nei tempi antichi. la giornata prevede inoltre l’esplorazione della penisola dello Snaefellsnes, dominata dal ghiacciaio omonimo circondato quasi completamente dal mare, e che offrirà entusiasmanti vedute su migliaia di piccole isole, coste rocciose ed immense distese di sabbia e caratteristiche formazioni di basalto colonnare. Sosta al grazioso paese di Stikkyshòlmur.

Giorno 9
Completata la visita della penisola dello Snaefellsnes si procederà alla volta della capitale Si avrà modo di apprezzare le belle ed originali cascate di Barnarfoss e di Hraunfossar ed infine, il bel fiordo delle balene (Hvalfjordur) che riporterà in breve a Reykjavik. Rilascio dell’auto e pernottamento.

Giorno 10
Trasferimento libero all’aeroporto di Keflavik, e volo per l’Italia

Itinerario solo per auto 4x4

Itinerario che alla visita delle più comuni aree turistiche, tra cui il Circolo d'Oro, l'area geotermica di Myvatn ed il nord, i fiordi dell'est, il ghiacciao Vatnajokull con le sue lagune glaciali, associa alcuni dei fuoristrada più interessanti d'Islanda, quali l'antica pista di Kjölur che unisce il sud al nord dell'Islanda, la meravigliosa Landmannalaugar e l'impegnativo percorso verso la caldera di Askja (opzionale).

Giorno 1
Volo dall’Italia. Trasferimento e pernottamento a Reykjavik.

Giorno 2
Dopo aver ritirato l’auto noleggiata, si lascia Reykjavik alla volta del famoso “Circolo d’Oro”: il parco nazionale di Thingvellir, sede del primo parlamento islandese, e luogo in cui è ben visibile la spaccatura tra la placca europea e quella nord-americana che qui si incontrano; l’interessante area geotermica di Geysir con il famoso geyser di Strokkur, tra i più attivi ed alti dell’intero pianeta, e coloratissime pozze di acqua bollente; la mitica cascata di Gullfoss che si tuffa nel vertiginoso canyon formato dal fiume Hvità.

Giorno 3
Si prosegue verso nord seguendo l'antica pista di Kjölur, che unisce il sud con il nord dell'islanda e dominata dai 2 ghiacciai Langjökull ed Hofsjökull. Sosta all'area geotermica di Hveravellir, dove è possibile effettuare un caldo bagno nelle pozze di acqua calda. Rientrati sulla Ring road a nord, si proseguirà alla volta di Akureyri, la bella capitale del nord, adagiata lungo il profondo fiordo di Eyjafjördur.

Giorno 4
La giornata è dedicata all’interessante area geotermica di Myvatn, nota per le numerose e differenti formazioni di origine vulcanica quali pseudocrateri, i pilastri lavici di Dimmumborgir, il cratere di Hverfell, la spettrale Krafla dagli sterminati campi di lava.

Giorno 5
Visita della penisola di Tjòrnes. Molto pittoresco è il piccolo paese di Husavik, dove è possibile organizzare un’escursione per l’avvistamento delle balene, il leggendario canyon a forma di ferro di cavallo di Asbyrgi, le strane formazioni basaltiche di Hljòdaklettar e la cascata di Dettifoss, la maggiore d’Europa per portata d’acqua situati nel parco nazionale dello Jökulsargliufur. Si proseguirà alla volta dei fiordi dell'est.
In alternativa è possibile effettuare, seguendo un impegnativo percorso off road, indicato solo a fuoristradisti esperti, un’escursione alla spettacolare caldera di Askja.

Giorno 6
La giornata è dedicata alla regione dei fiordi orientali, tra le più antiche d’Islanda, caratterizzata da montagne ricche di minerali, che si specchiano nel placido mare che si insinua tra i fiordi, e da piccoli paesini di pescatori. Dopo una visita del piccolo paese di Hofn, si attraversa una zona ricca di lagune in cui nidificano migliaia di cigni.

Giorno 7
Si prosegue verso sud fino ad arrivare al cospetto del Vatnajökull, il più grande ghiacciaio europeo e delle sue lagune glaciali tra cui spicca la Jökullsarlòn, costellata di iceberg dalle più diverse fogge e dimensioni. Visita del parco nazionale di Skaftafell e della splendida cascata Svartifoss che scorre su nere colonne di basalto. SI proseguirà alla volta del piccolo paese di Kirkìjubaerklaustur.

Giorno 8
Si prosegue lungo la costa sud con varie soste tra cui il piccolo paesino di Vik con i suoi faraglioni, le sterminate spiagge vulcaniche di sabbia nera alternate a coste a picco sul mare, l’arco di roccia naturale di Dyrhòlaey, la cascata di Skògafoss, spesso incorniciata da splendidi arcobaleni e quella di Seljalandfoss, tutte dominate dai tipici ghiacciaio–vulcani islandesi tra cui l’Eyjafjallajökull, il vulcano della famosa eruzione del 2010 . 

Giorno 9
Seguendo un bel percorso fuoristrada si raggiungerà la magnifica area geotermica di Landmannalaugar con le sue meravigliose colline di riolite dai diversi colori, sterminati giardini di lava e pozze di acqua calda, dove è possibile rilassarsi con un bagno caldo, ed effettuare interessanti trekking. Rientro in serata a Reykjavik. e rilascio dell’auto

Giorno 10
Trasferimento libero all’aeroporto di Keflavik, e volo per l’Italia

Quota per persona in fase di definizione

Grp F small 4x4: Suzuki Jimny o similare

camera con servizi privati

3 persone: da

2 persone: da


camera senza servizi privati

3 persone: da

2 persone: da

 

Gruppo Medium 4x4 tipo Suzuki Gran Vitara o similari

camera con servizi privati

5 persone: da

4 persone: da

3 persone: da 


camera senza servizi privati

5 persone: da

4 persone: da

3 persone: da


Su richiesta:
quotazioni per diverse categorie di auto e numero persone
quotazioni per bambini
supplemento singola

La quota comprende:
Noleggio per 8 giorni comprensivo di chilometraggio illimitato, assicurazione CDW , tasse locali e due guidatori autorizzati.
9 BB in camera doppia ( con o senza servizi in base alla scelta effettuata) in farm, hotel, guesthouse, hotel, cottage.
Itinerario dettagliato in italiano
Linea telefonica d'emergenza in caso di necessitá

La quota non comprende
Volo a/r dall’Italia
Trasferimento da/per l’aeroporto di Keflavik
Assicurazione medico bagaglio ed annullamento
I pranzi, le cene, le bevande, mance ed extra in genere
Il carburante
Tutto quanto non menzionato nella quota comprende

N.B. Le strutture di pernottamento sono riferite NON a precise localitá ma all’area di riferimento.




+39 338 2598119 - info@eskimotime.com