HOME STORIA PERCHÈ NOI VIAGGI ISLANDA GROENLANDIA GALLERY GUESTBOOK NEWSLETTER CONTATTI

EskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotimeEskimotime



 Le soleggiate notti d'Islanda 13 giorni dal 2 al 14 luglio 



 Il giro del mondo in 13 giorni 16 - 28 luglio 



 Il giro del mondo in 13 giorni 11-23 Agosto 



 Il giro del mondo con estensione 15 giorni dal 1-15 Agosto 



 Self drive con guida 



 Self drive con noleggio 



 Inverno islandese e super 4x4 sulle note dell'aurora boreale 



Inverno islandese e super 4x4 sulle note dell'aurora boreale

           Dal 3 al 10 marzo 2018

L’inverno islandese permea tutte le stagioni, orchestra ogni fenomeno naturale in tutti i periodi dell’anno e se ne avverte l’ingombrante presenza in ogni dove…

...è il regno del bianco, del vento e delle tempeste che trasformano un altrimenti monotono manto nevoso  nella più artistica galleria naturale di arte moderna, illuminata dalla danza sinuosa ed ammaliante dell'aurora boreale...

Un viaggio in inverno in Islanda non per è visitare, ma per sentirel’isola con tutti i sensi a nostra disposizione.

Il tour che proponiamo è l’ideale:

- per chi ha veramente voglia di immergersi in una nuova dimensione dall’atmosfera magica, con il desiderio di esplorarla, accettandone anche gli aspetti spigolosi, e lasciandosi affascinare da essi

- per chi cerca un tour che abbia il sapore di avventura ed esplorazione  inteso anche come intimo desiderio di ricerca personale ed interiore

- per chi vuole lasciarsi sopraffare dalla natura, diventando un tutt’uno con essa

- per chi non stanco del giorno vuole lasciarsi ammaliare dalle notti che siano tempestose o colorate dall’aurora boreale;

- per chi vuole vivere l’emozione unica, regalo del magico inverno, di entrare in una grotta di ghiaccio modellata dal calore dei vulcani, un’esperienza ogni anno nuova e differente

I mezzi che useremo sono gli unici che garantiscono oltre al comfort anche la realizzabilità del progetto in tutta sicurezza: le superjeep, i 4x4 supermodificati per affrontare le condizioni invernali islandesi..

Un’ esperta guida islandese  sarà a capo del convoglio di superjeep (4 massimo) per garantire che tutto si svolga in massima sicurezza; chiunque voglia potrà mettersi alla prova, cimentandosi alla guida degli altri 4x4.

Per i primi tre giorni di tour il programma è di massima, poichè sarà deciso volta per volta dopo aver valutato attentamente le condizioni della neve e dei ghiacciai in quel periodo.

ITINERARIO

3 marzo
Arrivo in Islanda all’aeroporto di Keflavik e trasferimento a Reykjavik Pernottamento in camera doppia con servizi privati presso il BB Keflavik.

4 marzo
Si lascia Reykjavik e  dopo aver visitato Thingvellir, sede dell’antico parlamento islandese e luogo dove la frattura tra la placca nord americana ed europea è particolarmente visibile… inizia l’avventura…

Si prevede di percorrere la pista in fuoristrada di  Kaldidalur, che si snoda tra vulcani a scudo e ghiacciai, che ci condurrà in breve al ghiacciaio Langjokull uno dei più grandi ghiacciai europei. Grazie alle superjeep, unici mezzi capaci di tali impresa,  attraverseremo il ghiacciaio da ovest ad est, tempo e condizioni  della neve permettendo, fino a raggiungere la pista di Kjolur in pieno “nulla islandese”, realizzando cosi un’impresa davvero speciale.
Pernottamento in camera doppia con servizi privati a Kerlingafjoll, una delle zone più belle e selvagge d’Islanda, in inverno il solo arrivare da queste parti può rivelarsi un’impresa.

5 marzo
Obiettivo della giornata è percorrere la pista di Kjolur tra i due grandi ghiacciai Langjokull e Hofsjokull e salire sulle belle montagne di Kerlingafjoll, ricche di aree geotermiche e fumarole che spuntano dalla neve e che conferiscono al luogo un’atmosfera magica e quasi irreale. Sosta all’area geotermica di Hveravellir dove sarà possibile rilassarsi nella pozza di acqua calda immersi tra la neve e magari al cospetto dell’aurora boreale.
Il totale isolamento  e la particolarità del luogo renderanno anche questa una giornata indimenticabile.
Pernottamento in camera doppia con servizi privati a Kerlingafjoll.

6 marzo
Abbandonando la pista di Kjolur è d’obbligo la visita della grande cascata di Gullfoss in veste invernale e della famosissima area geotermica di Geysir, dove si potranno apprezzare le sbuffanti evoluzioni, alte fino a 25 metri, di Strokkur. Si raggiunge quindi la costa sud dove ci addentriamo nella selvaggia valle di Thosmork.  Quest’area, interessata dalla famosa eruzione dell’Eyafjallajokull del 2010, svelerà ciò che è stato distrutto e ciò che è stato creato, in breve tempo, da quel catastrofico evento…
Pernottamento in camera doppia con servizi privati presso l'hotel ecosostenibile Solheimar

7 marzo
Nei prossimi 3 giorni ci rilassiamo tra le classiche bellezze della costa sud ma con spettacolari “sorprese Invernali” : la cascate Seljalandfoss, e Skogafoss in veste invernale, adornate da drappi di ghiaccio, spesso incorniciata da splendidi arcobaleni; l’arco di roccia naturale di Dyrholàey;  le sterminate spiagge vulcaniche di sabbia nera, il tutto dominato dai tipici ghiacciaiovulcani islandesi tra cui l’Eyjafjallajökull, il vulcano artefice della famosa eruzione del 2010, fino a raggiungere il maestoso Vatnajokull, il più grande ghiacciaio europeo con le sue numerose lingue glaciali.
Pernottamento in camera doppia con servizi privati presso la  guesthouse Horgsland.

8 marzo
Visiteremo  le più belle lagune glaciali (almeno 3) costellate di iceberg dalle più diverse fogge e dimensioni fino alla  più famosa, la Jökullsarlon. Avremo poi l’opportunità di effettuare una splendida passeggiata con i ramponi addentrandoci su spettacolari  ghiacciai.
La visita di una splendida grotta di ghiaccio sarà un’ennesima esperienza indimenticabile che l’inverno islandese ci regala.
Si prosegue alla volta del parco nazionale di Skaftafell e della splendida cascata Svartifoss che scorre su nere colonne di basalto.
Pernottamento in camera doppia con servizi privati presso la guesthouse Horgsland.

9 marzo
Rientriamo verso Rekjavik non senza una sosta al ghiacciaio Solhemajokull, forse il ghiacciaio dove negli ultimi anni gli effetti dell’attività vulcanica islandese è stata particolarmente presente, conferendogli un aspetto particolare, oltre che ad altre sorprese che la costa sud e le sue deviazioni offrono. Visita della capitale, e per chi è interessato possibile bagno alla Blue Lagoon.
Pernottamento in camera doppia con servizi privati presso il Fosshotel Lind o BB Keflavik.

10 marzo
Trasferimento all’aeroporto e rientro in Italia

Quota per persona  2245€

La quota  di partecipazione comprende: 

Sistemazioni

7 pernottamenti in camere doppie con servizi privati  in hotel, cottage, guesthouse, farm, scelte per garantire e combinare al comfort un costante e profondo contatto con la natura.

N.B. Le camere doppie possono essere di piccole dimensioni, talora dotate di letto alla francese.
Le strutture in Islanda spesso non rispecchiano gli standard europei, per cui richiedono un certo spirito di adattamento.

Pasti:
7 colazioni
5 cene

Mezzi di trasporto: Superjeep e /o altri mezzi 4x4

Guida italiana che fornirà interessanti informazioni geologiche, storiche, culturali e naturalistiche ( da 8 partecipanti).

La quota non comprende:
Volo di andata e ritorno dall'Italia           
Trasferimento da e per l'aeroporto di Keflavik
Le cene del primo, del settimo giorno a RKV 
Alcolici
Assicurazione di viaggio e di annullamento.
Tutto quello non espressamente indicato nella quota comprende

Attrezzatura

Consigliati: giacca e copri pantalone antivento ed impermeabili, berretto, guanti, scarponcini da escursionismo, costume da bagno, asciugamani.

Assoluto divieto di valigie rigide e che superino i 15 kg

N.B il percorso potrebbe subire variazioni per cause di forza maggiore: problemi meteo e/o viabilità

 










+39 338 2598119 - info@eskimotime.com